L’importanza del sonno per il proprio benessere psicofisico

L’importanza del sonno per il proprio benessere psicofisico

Ecco come un corretto riposo può contribuire alla perdita di peso e al benessere della mente.

In uno degli articoli precedenti abbiamo parlato di stress e di come questo possa rivelarsi dannoso per la nostra salute psicofisica. Quando siamo sotto pressione ne risente tutto l’equilibrio ormonale, il ritmo sonno-veglia e anche i livelli di zucchero nel sangue. Tutto ciò ci fa venire fame e voglia di consumare cibi calorici, a dimostrazione del fatto che lo stress pesa anche sulla bilancia.

Nell’articolo di oggi, in linea con questo argomento, vogliamo parlare delle conseguenze che possono dipendere dal cattivo riposo e spiegare come tentare di rimediare allo stress causato dall’insonnia così da consentire al corpo e alla mente di giovarne.

Tra gli atteggiamenti che vanno categoricamente evitati per non alimentare lo stress rientra il dormire poco e male.

I benefici del sonno

La relazione tra dormire bene e dimagrimento è ormai dimostrata da numerose ricerche scientifiche. Rispettando il ciclo sonno-veglia si mantiene un equilibrio metabolico che è essenziale per contrastare i chili in eccesso e quindi dimagrireSe non si riposa a sufficienza, si crea uno sbilanciamento a livello ormonale che provoca un aumento dall’appetito, in particolare a crescere è il desiderio di cibi ad alto contenuto di zuccheri e grassi, ma si verifica anche una diminuzione del dispendio calorico e un rallentamento del metabolismo basale, l’insieme delle funzioni che ci mantengono vivi e che consuma, da solo, fino al 75% delle calorie quotidiane. Inoltre, una delle ragioni che fa del sonno un alleato di chi vuole dimagrire è l’aumento della sintesi della leptina, l’ormone della sazietà, e una diminuzione della grelina, l’ormone che stimola invece l’appetito. Dormire poco e male fa diminuire i livelli di leptina e il segnale di stop all’appetito non viene inviato. Risultato? Si tende a mangiare di più!

Consigli utili per riposare di più e meglio

#1 Cena presto

Anche cenare presto aiuta a dormire bene e, quindi, a dimagrire. Quest’abitudine attiva un “reset” del metabolismo, ovvero una riprogrammazione che spinge l’organismo a bruciare i grassi. Far passare più di otto ore dalla cena alla colazione favorisce la secrezione di GH (somatotropina), che stimola la lipolisi, ovvero l’eliminazione del grasso, e quindi aiuta a dimagrire. Una o due volte alla settimana, organizzati in modo da cenare entro le 19.00 (e fare colazione per le 8.00 o al massimo le 9.00) e prepara un pasto leggero.

#2 Evita pasti pesanti

Preferisci pasti leggeri soprattutto la sera, evitando possibilmente cibi fritti e molto grassi; ne beneficerà non solo il tuo corpo ma anche il tuo riposo.

#3 Rispetta i tuoi orari

Ricordati di andare a dormire e svegliarti ad un orario costante ogni giorno, senza alterare i tuoi ritmi e le tue abitudini quotidiane. Ricorda inoltre che  la durata ideale del sonno si può quantificare e suddividere a seconda dell’età anagrafica:

  • Neonati: 20 ore di sonno;
  • Bambini: 13 ore di sonno;
  • Ragazzini: 10-12 ore di sonno;
  • Adolescenti: 8-10 ore di sonno;
  • Adulti ed anziani: 7-8 ore di sonno.

#4 Evita la caffeina e il fumo

Non bere caffè o bevande che contengono caffeina e teina nel periodo di 5-6 ore prima di andare a letto. Sebbene all’inizio ci si senta più stanchi del solito, perché l’organismo deve abituarsi alla mancanza di stimolanti, a lungo termine l’astinenza da caffeina non può che portare benefici al riposo notturno, a maggior ragione se si era soliti bere caffè nel pomeriggio o alla sera.

Non fumare sigarette prima di andare a dormire.

Questi ultimi due consigli non sono assolutamente banali e scontati come si potrebbe pensare, perché eliminare (o almeno diminuire) l’apporto di caffeina e di fumo, non aiuta semplicemente a riposare meglio, ma predispone il nostro corpo alla perdita di peso.

#5 Evita di utilizzare il tuo smartphone prima di dormire

Come molti studi attestano, la luce dagli schermi di sera altera il sonno e sopprime i livelli di melatonina, l’ormone del sonno. Se dovesse essere assolutamente necessario l’utilizzo di smartphone, tablet o computer prima di andare a dormire esiste comunque un modo per ridurre al minimo i danni. Ad esempio utilizzando un filtro che riduce al minimo la luce blu.

#6 Cura la tua stanza da letto in modo da renderla confortevole

Rendi la tua camera da letto un posto silenzioso, confortevole, con una temperatura ideale intorno ai 20° C.

Mantenere una buona temperatura nella stanza e tenerla ventilata è un accorgimento utile per riposare bene anche durante la stagione estiva, quando il sonno inevitabilmente è compromesso dal caldo.

Insomma, va tenuto bene a mente che la qualità del sonno e la qualità della dieta influiscono l’una sull’altra: una dieta salutare influirà positivamente sulla buona qualità del sonno, e le giuste ore di sonno miglioreranno la nostra salute. Allora chi vuole mantenersi in forma, non dovrebbe sottovalutare l’importanza del dormire bene: è questa infatti la prima attenzione da dare al proprio corpo!

Cosa ne pensi? Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

Messenger icon
Siamo in chat, contattaci!

Gentile Utente, ti avvisiamo che il nostro sito utilizza, oltre a cookie tecnici, anche cookie di profilazione propri e di terze parti. Ti preghiamo di leggere attentamente la nostra informativa estesa, ove ti forniamo indicazioni sull'uso dei cookie e ti viene data la possibilità di negare il consenso alla loro installazione ovvero di scegliere quali specifici cookie autorizzare. Per maggiori informazioni consulta la nostra informativa cookie.